Thursday, 16 January 2020

L’Ideologia tedesca dopo la nuova edizione storico-critica (MEGA2), Roberto Fineschi


Sul n. 30 di Historia Magistra

L’Ideologia tedesca dopo la nuova edizione storico-critica (MEGA2), Roberto Fineschi

Introduzione

L’ideologia tedesca è tradizionalmente ritenuta uno dei testi fondamentali del percorso teorico di Marx. Essa è stata al centro di numerosi dibattiti ed in particolar modo vi è stato individuato un passaggio decisivo nella formulazione della dottrina del materialismo storico. Già a metà anni sessanta e più analiticamente negli anni settanta, tuttavia, sono emersi i primi dubbi sulla sua struttura e genesi1, che hanno portato a indagini successive e ripubblicazioni. La nuova edizione storico-critica, la seconda Marx-Engels-Gesamtausgabe (MEGA2), segna in questo senso un punto di svolta2. Nel contesto della sua preparazione e pubblicazione si sono avute infatti ben tre edizioni del capitolo decisivo ed editorialmente più controverso, vale a dire quello su Feuerbach: la prima nel Probeband del 19723, poi nel contesto della rivista ufficiale, il “Marx-Engels-Jahrbuch” del 20034 ed infine nel volume vero e proprio, finalmente apparso nella prima sezione della MEGA nel 20175. Grazie ai risultati raggiunti si può asserire che l’opera, nella forma storicamente letta e pubblicata, non esiste, o almeno questa la conclusione provocatoria degli editori che scrivono: «Un’opera integrale o anche frammentaria dal titolo L’ideologia tedesca vergata per mano di Marx ed Engels non esiste»6.

Se secondo molti era questo il luogo d’origine del materialismo storico, la nuova edizione non ricopre esclusivamente un interesse filologico, ma investe considerazioni di carattere più generale sullo sviluppo della concezione della storia di Marx ed Engels. Prima di procedere a giudizi o valutazioni, saggiamo preliminarmente l’effettiva consistenza del lascito marx-engelsiano con l’aiuto dell’apparato critico del volume MEGA2 I/5, nel quale l’articolata vicenda viene ricostruita nel suo complesso con dovizia di dettagli7.

Iniziamo dalla descrizione del volume della MEGA. Esso contiene diciotto testi redatti tra l’ottobre 1845 e l’aprile/maggio 1847. Si tratta di diciassette manoscritti e una stampa. Dodici sono di mano di Marx ed Engels (redazionalmente indicati con H2-H13), uno di Marx (H1), uno di Engels (H15), due di Hess ed Engels (H14 e H17) e un altro di Daniels con la collaborazione di Marx ed Engels (H18). La stampa è un’opera di Hess con collaborazione di Marx (J16). C’è un’altra stampa di H13, denominata (J13); le varianti della stampa rispetto al manoscritto vengono riprodotti nell’apparato del manoscritto. I manoscritti hanno un grado di compiutezza ed elaborazione assai diverso: dei quindici principali, sei sono elaborati (H9-H14), sette sono frammentari (H1-H4, H7-H8, H15). Gli ultimi due manoscritti sono preparatori per il capitolo su Feuerbach (H5-H6). Questo il lascito8. Vediamo adesso come tutto nacque.



1 Vedi più avanti paragrafo sulla storia delle edizioni. Decisivo il saggio di G. Golovina, Das Projekt der Vierteljahrsschrift von 1845-1846. Zu den ursprünglichen Publikationsplänen der Manuskripte der “Deutschen Ideologie”, in “Marx-Engels-Jahrbuch”, n. 3, Berlin DDR, Dietz,, 1979, pp. 260 ss.

2 Sull’edizione critica, tra gli altri, si vedano R. Fineschi, Un nuovo Marx, Roma, Carocci, 2008, A. Mazzone (a cura di), MEGA2, Marx ritrovato, Roma, Mediaprint, 2013, G. Sgro’, MEGA-Marx, Napoli, Orthones, 2016.

3 K. Marx, F. Engels, Gesamtausgabe (MEGA). Probeband. Editionsgrundsätze und Probestücke. Dietz Verlag, Berlin 1972. Si tratta del volume “di prova” apparso prima dell’inizio effettivo della pubblicazione della MEGA nel 1975 per avere un riscontro internazionale sul progetto. Il capitolo su Feuerbach era uno dei testi scelti per questa operazione.

4 “Marx-Engels-Jahrbuch” 2003. Die Deutsche Ideologie Artikel, Druckvorlagen, Entwürfe, Reinschriftenfragmente und Notizen zu "I. Feuerbach" und "II. Sankt Bruno", Rev. by Taubert, Inge / Pelger, Hans In coop. with Hubmann, Gerald, Berlin, De Gruyter, 2004, pp. 32-119.

5 K. Marx, F. Engels, Gesamtausgabe (MEGA). Herausgegeben von der Internationalen Marx-Engels-Stiftung Amsterdam. Erste Abteilung: Werke. Artikel. Entwürfe. Band 5: Karl Marx, Friedrich Engels: Deutsche Ideologie. Manuskripte und Drucke. Bearbeitet von Ulrich Pagel, Gerald Hubmann und Christine Weckwerth. Berlin, De Gruyter, 2017

6 Ivi, pp. 725-726: «Ein integrales oder auch nur fragmentarisches Werk „Die deutsche Ideologie“ aus der Feder von Marx und Engels liegt nicht vor».

7 Ivi, pp. 725-799, a cura di U. Pagel, G. Hubmann e C. Weckwerth. Molto importante, e qui ampiamente utilizzata, è anche l’introduzione al menzionato “Marx-Engels-Jahrbuch” 2003, pp 5*-28* a cura di I. Taubert, H. Pelger, con la collaborazione di G. Hubmann.

8 H sta per manoscritto, J sta per pubblicazione. I testi indicati con X si riferiscono ai manoscritti originali dei relativi testi a stampa che avrebbero dovuto far parte della progettata rivista ma che non ci sono pervenuti.

H1. Marx, Prefazione (abbozzo), H2. Marx/Engels (d’ora in poi M/E), I. Feuerbach. A. L’ideologia come tale, in particolare la tedesca. H3. M/E, 1. L’ideologia come tale, specialmente la filosofia tedesca, H4. M/E, I. Feuerbach. Come i tedeschi enunciano la filosofia, H5. M/E, Incartamento su Feuerbach (H5a. Pp. man. 1-29; prima stesura di una critica di Bauer, H5b. Pp. man. 30-35; parte scorporata da III. San Max. La gerarchia, H5c. Pp. man. 40-[73]; prima stesura di III. San Max, secondo trattato), H6. M/E, Feuerbach [annotazioni], H7. M/E, 3) [frammento], H8. M/E, 5. [frammento], H9. M/E, Il concilio di Lipsia, H10. M/E, II. San Bruno, H11. III. San Max . Chiusura del concilio di Lipsia, H12. M/E. Il vero socialismo - I. Gli “annali renani”, ovvero la filosofia del vero socialismo, H13. M/E, IV. Karl Grün Il movimento sociale in Francia e Belgio (Darmstadt 1845) ovvero, la storiografia del verso socialismo, J13. M/E, Karl Grün Il movimento sociale in Francia e Belgio (Darmstadt 1845) ovvero, la storiografia del verso socialismo [stampa], X14. Moses Heß, Le opere di San Georg Kuhlmann. Il nuovo mondo ovvero il regno dello spirito sulla terra. Annuncio, H14. Moses Heß/E, V. “Il dottor Georg Kuhlmann da Holstein”, ovvero la profezia del vero socialismo. Il nuovo mondo ovvero il regno dello spirito sulla terra. Annuncio, H15. E [manoscritto sul vero socialismo], X16. Moses Heß con la collaborazione di M, Le opere del Dottore Graziano. Due anni a Parigi, studi e memorie di A. Ruge, J16. Moses Heß con la collaborazione di M, Le opere del Dottore Graziano. Due anni a Parigi, studi e memorie di A. Ruge [stampa], H17. Moses Heß/E, [frammento di manoscritto su Georg Kuhlmann e August Becker (brano)], H18. Roland Daniels con la collaborazione di M/E, “Esposizione fattuale delle miracolose guarigioni che si sono verificate in occasione dell’esposizione della santa roccia a Treviri nell’anno 1844” del dottor V. Hansen..

1. Storia di un testo mai scritto?
...
2. Dopo la morte di Marx
...
3. Traduzioni italiane
...
4. Riflessioni sul “testo che non esiste”

PS. Chi fosse interessato, può ordinare il fascicolo qui:http://www.rosenbergesellier.it/scheda-libro?aaref=1334

El dinero en el Capital. Roberto Fineschi

El dinero en el Capital Roberto Fineschi Transcripción revisada de la intervención celebrada el 11 de enero de 2018 durante el IV Ciclo (20...